Crociera a Seydisfjordur, Islanda

Seydisfjordur

Una deliziosa passeggiata tra i fiordi islandesi

Si tratta di un piccolo villaggio di pescatori, abitato da 700 persone: un’unica grande famiglia accogliente e amichevole che ama condividere la sua bontà con i turisti e i visitatori del posto. Ricca di storia e di creatività, Seydisfjordur vi sorprenderà per i deliziosi sentieri escursionistici e per la sua fiorente scena artistica. Qui, infatti, è presente una comunità internazionale di musicisti, artigiani e studenti.

Uno dei simboli della città, tra i più riconoscibili in Islanda, è senza dubbio la chiesa blu di Seydisfjordur. Con il suo colore particolare e il suo stile, è diventata una meta irrinunciabile per i turisti. La chiesa in origine sorgeva presso la fattoria di Dvergasteinn e nel 1882 fu trasferita a Vestdalseyri, ma nel 1894 fu distrutta e danneggiata da un'enorme tempesta. La chiesa allora venne ricostruita, questa volta all’interno della penisola, rimanendo lì fino al 1920 quando fu trasferita nel cuore di Seydisfjordur. Nel 1989 la chiesa blu fu danneggiata di nuovo da un incendio durante i lavori di ristrutturazione dell'edificio e un organo a canne fu rovinato dalle fiamme.

Vicino al villaggio di Seydisfjordur potrete ammirare anche le cascate Gufufoss, tra le più grandi e suggestive della zona, il cui nome significa “cascate di vapore”. La strada che attraversa l’altopiano per raggiungere questo luogo incantato, ha splendide viste assolutamente da non perdere.

Per finire, fato un salto anche a vedere la Tvisongur. Si tratta di una scultura “sonora” composta da cinque cupole e costruita nel 2012 dall’artista tedesco Lukas Kühne. All’interno della scultura, situata su una montagna sopra la città, si possono sentire suoni e sussurri, e se cantate ogni suono viene amplificato creando un’atmosfera davvero unica e suggestiva.

Escursioni & Attività

Raggiungi il porto