NEWS

Novità

MSC Opera - Crociera Annullata

06/06/2019

AGGIORNAMENTO : 06  giugno  2019 – 17:00 CET   


Dopo il recente incidente nel porto di Venezia, MSC Opera è stata sottoposta ad alcuni lavori di riparazione allo scafo. I lavori sono stati completati lunedì, la nave è attualmente in attesa del completamento delle indagini condotte dalle Autorità.
Poiché queste procedure – più lunghe di quanto previsto in origine - richiederanno ancora qualche giorno, è stato determinato che la nave non sarà in grado di partire in tempo per la sua prossima crociera. Per questo la Compagnia ha preso la decisione di cancellare la prossima crociera in partenza da Bari l'8 giugno e da Venezia il 9 giugno.
MSC Opera avrebbe dovuto ospitare 2.451 ospiti provenienti da 53 paesi. La Compagnia ha informato gli ospiti e gli agenti di viaggio della cancellazione e offerto alcune opzioni, tra cui il rimborso completo della crociera e delle spese di viaggio sostenute, nonché di eventuali servizi prenotati in anticipo. Inoltre è stato offerto loro uno sconto del 50% su una futura crociera.


AGGIORNAMENTO : 03  giugno  2019 – 21:00 CET   

   
MSC Crociere conferma che questa sera sono stati notificati al Comandante della MSC Opera e al DPA (Designated Person Ashore) gli avvisi di garanzia e la relativa iscrizione nel Registro degli indagati della Procura della Repubblica di Venezia, atto dovuto per poter procedere all’espletamento della consulenza tecnica ex articolo 360 CPP. 


Il Comandante e il DPA cosi come la MSC hanno fin da subito offerto la loro piena collaborazione affinché la Procura possa espletare tutti gli atti di indagine necessari al fine di poter escludere una qualsivoglia responsabilità in capo a loro.


La Procura ha altresì iscritto nello stesso Registro i nominativi di altri soggetti estranei a MSC coinvolti a vario titolo nella gestione degli eventi che hanno portato all’incidente di domenica.
__________________________________________________________________________________________ 

AGGIORNAMENTO: 03 giugno 2019 – 18:00 CET  

A seguito all'incidente di ieri che ha coinvolto MSC Opera, questa mattina la compagnia ha ricevuto il permesso dalle Autorità di iniziare i lavori di ripristino dello scafo e sono attualmente in corso i lavori di saldatura.


La compagnia ha lavorato a stretto contatto con tutte le Autorità e ha offerto piena collaborazione per contribuire a stabilire tutti i fatti e recuperare tutti i dati tecnici. L’indagine in corso richiederà però alcuni giorni per essere completata e quindi la nave non potrà completare l'itinerario inizialmente previsto nel Mediterraneo Orientale.


Alla luce di questo, MSC Crociere ha preso la decisione di annullare l'attuale crociera e di rimborsare a tutti i passeggeri per l’intero costo del biglietto e gli eventuali servizi prenotati.


Per tutti i passeggeri che desiderassero rimanere a bordo di MSC Opera fino alla data prevista per lo sbarco, la compagnia ha disposto che tutti i servizi di bordo e l’intrattenimento restino pienamente in operativi e a disposizione dei passeggeri. Inoltre, MSC garantirà un servizio navetta gratuito da e per Piazza San Marco per tutti coloro che desiderassero trascorrere la giornata a Venezia.


Per coloro che non intendono restare a bordo, MSC fornirà tutta l’assistenza necessaria per garantire un pronto rientro a casa e si farà carico di tutti i costi.


Per i passeggeri con sbarco previsto a Bari sabato 8 che desiderano rimanere a bordo, al momento è previsto che la nave possa a salpare da Venezia entro venerdì 7, in modo da poter arrivare a Bari sabato. Da lì la nave è previsto prosegua per Venezia da dove si prevede l’inizio della crociera successiva.


Il customer service di bordo è a disposizione di tutti i passeggeri per qualsiasi ulteriore informazione e supporto.  
______________________________________________________________________________________ 

AGGIORNAMENTO: 02 giugno 2019 – 18:00 CET  
   
Questa mattina, intorno alle 8:30 CET, MSC Opera in manovra di avvicinamento al terminal crociere di Venezia per l’ormeggio ha avuto un problema tecnico. La nave era accompagnata da due rimorchiatori, come prevede la procedura di sicurezza del transito nel canale della Giudecca e – nonostante il Comandante avesse immediatamente messo in essere tutte le procedure previste - ha urtato la banchina all’altezza di San Basilio. Contestualmente si è verificata una collisione con il battello fluviale River Countess, che era lì ormeggiato.


Mentre sono tutt’ora in corso gli accertamenti per capire l’esatta dinamica dei fatti e le cause dell’accaduto, da subito MSC Crociere ha operato in stretta collaborazione con le autorità marittime competenti. Nei momenti successivi all’incidente, la priorità è stata il mettere in sicurezza il battello, i suoi passeggeri e il suo equipaggio. Nella fase successiva la nave ha dovuto poi procedere alle opere di recupero delle ancore messe in acqua al momento dell’incidente, come da procedure in questi casi. Alle 13.15 CET la nave ha potuto iniziare a spostarsi in direzione del terminal Marittima.


La compagnia desidera esprimere tutto il proprio supporto a tutte le persone coinvolte nell'incidente, a partire dall'equipaggio del River Countess, tutti i suoi passeggeri in particolare quelli feriti, felice che nel frattempo siano quasi tutti stati dimessi, sino naturalmente alla società armatrice Uniworld. Inoltre, sin dal primo momento la compagnia ha inoltre assicurato la massima collaborazione ed è stata in contatto costante con le autorità locali e nazionali.


MSC Opera è ora ormeggiata in banchina a Marittima dove, come previsto, sono in corso le operazioni di sbarco passeggeri e imbarco per la prossima crociera.