In crociera a Saranda

Il sito archeologico di Butrinto
Il castello di Ali Pascià Tepeleni
Il monastero di Mesopotam

Scopri le crociere nel Mediterraneo

Saranda

La vostra guida al sud dell’Albania

Grazie a un ambiente naturale tra i più suggestivi dell’intera costa albanese, con le sue spiagge di piccole pietre naturali e un meraviglioso mare azzurro, Saranda – quasi al confine con la Grecia, dal suo lungomare si vede Corfù – è diventata una delle mete turistiche più apprezzate del Mar Ionio.


Destinazione della vostra vacanza MSC Crociere nel Mediterraneo, questa città costiera è una delle più moderne dell’intera regione, e offre ai suoi visitatori, oltre al suo mare, numerose bellezze storiche e ambientali da ammirare. Tra i punti d’interesse più rilevanti ci sono le rovine dell’antica Onchesmos (come un tempo si chiamava Saranda), i resti della città di Foinike, il sito archeologico romano di Butrinto recentemente rinnovato e riportato a nuovo splendore e l’ottocentesco castello di Ali Pascià Tepeleni, uno degli edifici simbolo dell’Albania, un forte quadrangolare affacciato sull’Adriatico. 


Passeggiando tra le strade di Saranda si respira la tipica atmosfera di una località dal grande richiamo turistico caratterizzata da numerosi hotel. Grazie a un’escursione MSC Crociere con una visita alla sorgente carsica di Syri Kaltër col suo famoso Occhio Azzurro, un laghetto blu che ricorda l’iride di un occhio umano. La pozza d’acqua è al centro di uno splendido bosco di querce, perfetto per fare un picnic e godere del fresco abbraccio della natura. Da queste parti c’è anche il monastero di Mesopotam, che risale al XIII secolo ed è l’unica la chiesa bizantina in buono stato di conservazione di tutto il territorio albanese. Caratterizzata da una pianta particolarissima a navata unica con due absidi, l’antico luogo di culto è dedicato a San Nicola (Shën Kollë).

Luoghi da visitare a Saranda

Scopri le nostre escursioni

5 risultati trovati

  • ARGIROCASTRO, LA CITTÀ DI PIETRA

    BELLEZZE DELLA CITTA'

    SAR04

    Considerata come “un raro esempio di città ottomana ben conservata, costruita dai contadini di una grande tenuta”, il centro storico di Argirocastro è divenuto patrimonio dell'umanità e sarà la meta di questa piacevole escursione. Situata a 62 km a nord di Saranda, dopo un viaggio in pullman di circa un’ora e mezza con una sosta durante il tragitto, una volta giunti in città resterete senza fiato per la bellezza delle strade asfaltate con grosse lastre di calcare e scisti, per i tetti in ardesia delle abitazioni e per la splendida vista sulla valle del Drina. La città appare in documenti storici nel 1336 come parte dell'impero bizantino prima di cadere sotto la dominazione ottomana per 5 anni di fila. Fu capitale della Repubblica Autonoma del Nord Epirodi, repubblica che ebbe breve durata, Argirocastro divenne parte dell'Albania nel 1921. L’escursione include una visita al famoso Castello che raggiungeremo dopo un trasferimento a bordo di pulmini. Situato ad una altezza di 336 metri, la rocca domina la città e aveva una posizione strategica lungo la valle del fiume. Il sito comprende cinque torri, le case, la torre dell'orologio, una chiesa, una prigione, la cisterna e il Museo. La visita al Museo include artiglieria e cimeli della resistenza comunista contro l'occupazione tedesca, così come un aereo catturato dell’aereonautica militare americana. Dopo una visita guidata della cittadina, risaliti sul pullman, si farà rientro al porto. Nota bene: la visita al Castello prevede tragitti su percorsi con salite e discese e la presenza di scale; l’escursione, pertanto, non è consigliata a ospiti con difficoltà di deambulazione o in sedia a rotelle.
    • Escursione senza supporto di una guida

    • L'escursione può comprendere percorsi con pendii, scalini, terreni accidentati e/o lunghi tempi di attesa in piedi

      Livello di difficoltà
      medio

    • Durata
      6 Ore

    • Adulti65,00P.P.

    • Bambini49,00P.P.

  • GIRO CITTÀ

    BELLEZZE DELLA CITTA'

    SAR01

    Il tour inizierà con un giro panoramico di Saranda, con una sosta nel centro della città per una piacevole visita alla Chiesa bizantina e la sinagoga, entrambe risalenti al V secolo d.C. Fondata nel VI secolo a.C., la città deve il suo nome attuale al monastero bizantino di Agioi Saranta che in greco significa “quaranta santi” in greco, dopo i quaranta martiri di Sebaste. Una passeggiata per il centro ci condurrà al Museo, ricco di mosaici e reperti archeologici provenienti da tutta la regione intorno a Saranda. Dopo la visita al museo, l’escursione prosegue con un giro panoramico in pullman lungo le principali vie di Saranda; l’itinerario comprenderà alcuni degli edifici più importanti come la Scuola Secondaria “Hasan Tahsini” o la filiale dell'Università di Tirana, per citarne solo alcuni. Prima di concludere l’escursione, raggiungeremo la collina di Lekuresi che domina la città: durante le giornate limpide è possibile ammirare una splendida vista dell’isola di Corfù di fronte alla costa. Dopo questa sosta fotografica e del tempo libero in centro, rientreremo al porto. Nota bene: escursione non consigliata a ospiti in sedia a rotelle. Si consiglia un abbigliamento adatto per la visita ai luoghi di culto.
    • Escursione senza supporto di una guida

    • L'escursione può comprendere percorsi con pendii, scalini, terreni accidentati e/o lunghi tempi di attesa in piedi

      Livello di difficoltà
      medio

    • Durata
      4 Ore

    • Adulti39,00P.P.

    • Bambini29,00P.P.

  • LA COSTA ALBANESE E LE SUE CITTADINE

    GIRO PANORAMICO

    SAR05

    Con paesaggi incontaminati, spiagge meravigliose, gente simpatica, l'Albania è davvero una destinazione affascinante. Lasciate la nave, salite su un pullman e preparatevi ad esplorare alcuni villaggi tradizionali incastonati in baie isolate lungo la frastagliata costa albanese. La prima tappa sarà Borsh: nonostante sia un’importante comunità dedita alla produzione di olio d'oliva, il turismo ha appena toccato questo villaggio. Partite alla scoperta delle bellezze di questo villaggio e della sua cascata prima di procedere verso Porto Palermo la cui baia è l'unico porto sicuro tra Saranda e Valona ed è stato usato fin dall'antichità per la sua importanza strategica. Qui, è prevista una visita al castello, costruito da Ali Pasha su una bella penisola circondata da acque cristalline. La leggenda racconta che Ali Pasha fece giustiziare tutti i lavoratori che costruirono il castello per timore che potessero rivelarne i segreti e i tanti tesori che conteneva. La fortezza ha una forma rettangolare con quattro bastioni e feritoie per i cannoni lungo i parapetti. La parte interna comprende sale, negozi e scale in pietra che conducono alla terrazza. Dopo la visita, si raggiunge Himmara, l'ultima destinazione in questa piacevole escursione, dove avrete tempo libero in questo piccolo paese la cui popolazione è prevalentemente di origine greca. Nota bene: la visita al Castello di Porto Palermo include percorsi con scale; non è pertanto consigliata a ospiti con difficoltà di deambulazione o in sedia a rotelle.
    • Escursione senza supporto di una guida

    • Possibilità di nuotare

    • Posti limitati

    • L'escursione può comprendere brevi percorsi su scalini, terreni accidentati e/o brevi tempi di attesa in piedi

      Livello di difficoltà
      facile

    • Durata
      6 Ore

    • Adulti45,00P.P.

    • Bambini35,00P.P.

  • LA SORGENTE “OCCHIO AZZURRO”

    MERAVIGLIE NATURALI

    SAR02

    Non dimenticate la macchina fotografica perché la nostra escursione comincerà con una sosta sulla collina di Lekuresi che domina la città di Saranda, Vurgu, il lago di Butrinto e, durante le giornate di cielo terso, l’isola di Corfù. La collina ospita una monastero fortificato costruito nel XVI secolo per difendere la strada per Saranda e Butrinto; il nome è un’antica parola greca che può essere tradotta con “area illuminata”. Da qui, con un trasferimento in pullman di circa 40 minuti raggiungeremo il piccolo tesoro dell’Albania, la sorgente chiamata Occhio Azzurro, una sorgente del fiume Bistritsa, nota in Albanese con il nome di “Syri i Kaltër". Situata sulla strada tra le città di Saranda, sul Mar Ionio, e Argirocastro, situata più all'interno, sembra che nessuno conosca la profondità di questa sorgente carsica: i subacquei che hanno cercato di raggiungere il fondo non sono riusciti ad andare oltre i 45 metri di profondità a causa della forte pressione dell'acqua. Provate a gettare un sasso nel centro della sorgente: resterete sorpresi nel vedere ricomparire il sasso sulla superficie dell’acqua dopo pochi minuti. L'acqua nella parte interna della sorgente appare di un colore blu intenso, come la pupilla di un occhio, e con una tonalità di blu più chiara nell’anello esterno, come di un'iride, dando l'impressione di un occhio blu. Tutto il territorio circostante è ricco di fauna selvatica che include volpi, diverse varietà di uccelli, rettili e la martora. Di rientro a Saranda e prima di fare ritorno al porto avrete del tempo libero. Nota bene: escursione non consigliata a ospiti in sedia a rotelle.
    • Escursione senza supporto di una guida

    • L'escursione può comprendere percorsi con pendii, scalini, terreni accidentati e/o lunghi tempi di attesa in piedi

      Livello di difficoltà
      medio

    • Durata
      4:30 Ore

    • Adulti45,00P.P.

    • Bambini32,00P.P.

  • LE ANTICHE ROVINE DI BUTRINTO

    STORIA E CULTURA

    SAR03

    Lasciato il porto, il tour inizierà con un giro panoramico di Saranda prima di dirigerci verso l'antico sito di Butrinto, a 19 km a sud, verso il confine con la Grecia. Durante il tragitto in pullman, la guida vi fornirà alcune nozioni sulla storia e la cultura albanese. Abitata fin dalla preistoria, l'area di Butrinto ha visto succedersi molte civiltà: è stata una colonia greca, una città romana, conobbe un grande periodo di prosperità sotto i Bizantini e subì anche per breve tempo il dominio di Venezia. Giunti al sito, visiteremo le rovine che offrono una panoramica sulle diverse epoche attraversate dalla città nel corso dei secoli. Gli scavi iniziarono prima della seconda guerra mondiale grazie a un gruppo di archeologici italiani guidati da Luigi Ugolini che concentrò in questa zona le sue ricerche nel periodo 1928-1939. Dopo la seconda guerra mondiale, l'Istituto Albanese di Archeologia se è preso cura degli scavi e il sito è stato ora dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO. Percorrendo il sito archeologico, potrete ammirare monumenti delle diverse civiltà: ellenistica, romana, bizantina e veneziana. La guida vi condurrà lungo un itinerario all’interno del sito che culminerà con l’ascesa all’Acropoli che domina tutta l’area circostante. Dopo una breve visita all’annesso Museo, rinnovato e riaperto nel 2005, si farà rientro a Saranda e alla vostra nave. Nota bene: questa escursione non è consigliata a ospiti in sedia a rotelle o con difficoltà di deambulazione; qualora volessero prendere parte al tour si consiglia di limitare la visita alla parte inferiore del sito.
    • Escursione senza supporto di una guida

    • Escursione che prevede attività fisica, idonea a ospiti in condizioni fisiche ottimali

      Livello di difficoltà
      difficile

    • Durata
      5 Ore

    • Adulti52,00P.P.

    • Bambini39,00P.P.

Le escursioni del programma forniscono ai nostri ospiti una panoramica dei diversi tour che possono essere organizzati in ogni porto; questo programma è solo una guida. La conferma dei prezzi e i dettagli di ogni escursione si avranno durante la crociera.


I programmi delle escursioni e gli itinerari possono variare a seconda delle condizioni e/o di tutti gli eventi imprevisti che potrebbero accadere in quel determinato luogo, nel giorno del tour. 

Alcune escursioni sono molto popolari e di conseguenza la disponibilità non può essere sempre garantita. Si consiglia di prenotare in anticipo per evitare delusioni. Le guide sono garantite in lingua inglese. Solo per le crociere in Sud America, le guide sono garantite in lingua portoghese. Le guide in altre lingue dipendono dalla loro disponibilità in quel momento. Si prega di notare che la lingua ufficiale con cui verranno effettuate le escursioni sarà confermata a bordo durante la crociera.

Albania

Albania – Una delle ultime parti autentiche del Mediterraneo
Albania – Una delle ultime parti autentiche del Mediterraneo

Ancora oggi, dopo decenni d’isolamento, l’Albania con le sue caratteristiche esotiche particolari legate alla sua lingua, alle sue traduzioni e alla sua cucina, non sembra appartenere del tutto al suo continente.

Il sud dell’Albania è la sua parte più attraente, col suo guazzabuglio di aspre montagne contornate da immacolate serie di spiagge. Le sue strade interne vantano città che vale la pena visitare come Berat e Gjirokastra, ognuna col suo ampio corredo di edifici d’epoca ottomana. Proseguendo lungo la costa ionica invece, incontrerete uno degli ultimi tratti di litorale europeo ancora privo di speculazione edilizia, un luogo quasi sempre baciato dal sole dove l’azzurro del cielo e del mare è disturbato soltanto da un nastro di monti grigi – in una giornata tersa riuscirete a vedere l’Italia dai 1027 metri del passo di Llogaraja. Distesa davanti a Corfù, isola greca dove si può fare una gita in giornata, la soleggiata Saranda è forse il punto d’accesso all’Albania più attraente; è una località eccellente dove rilassarsi, passeggiare sul lungomare e guardare il sole tramontare sorseggiando un cocktail. Ha anche alcune spiagge cittadine ma le migliori si trovano vicino a quella perla archeologica rappresentata dal sito di Butrinto, 25 km circa più a sud.