Safaga

Una cittadina tranquilla con spiagge di sabbia
Una via di accesso alle meraviglie Luxor
Lo stupendo complesso del Tempio di Karnak

Scoprite le crociere MSC Grand Voyages

Safaga

Sulle orme dei Faraoni

Port Safaga (Bur Safaga in arabo), dove la vostra nave da crociera MSC attende il vostro ritorno, è un villaggio lungo la costa del Mar Rosso.

Il paese la cui economia si basa sulle vicine miniere di fosfati è costituito perlopiù da una strada che attraversa edifici di cemento le cui spoglie insegne segnalano la loro funzione.
Gru e silos identificano il porto, che costeggia l’abitato per la gran parte (pur rimanendo fuori dalla vista). A ogni modo, partendo da Port Safaga, una escursione a terra durante la vostra crociera MSC nel Mediterraneo può essere una ottima opportunità per visitare Luxor e l’immensa concentrazione di reperti storici di questa area dell’Egitto.

Una mecca turistica almeno da quando le navi a vapore hanno iniziato a solcare il Nilo nel XIX secolo, i visitatori accorrono per vedere le rovine di Tebe, la capitale del Nuovo Regno dell’Antico Egitto, e altri luoghi a lei associati. La città in primo luogo vanta il Tempio di Luxor che ingentilisce il lungofiume e in “centro”, circa un miglio o giù di lì, il Tempio di Karnak, uno stupendo complesso sacro realizzato nell’arco di 1300 anni. Oltre il fiume ci sono le incredibili sepolture e i templi funebri della Necropoli di Tebe, una attrazione da non perdere durante la vostra vacanza in Egitto.

In una cittadina dove il turismo rappresenta l’85 per cento delle entrate non sarà una sorpresa essere importunati di continuo per entrare in un negozio o noleggiare un calèche, ma una volta che avrete inquadrato i suoi personaggi e iniziato a capire come vanno le cose a Luxor anche questo vi sembrerà una spettacolo divertente con migliaia di figuranti.

Il Tempio di Luxor è invece in disparte nel cuore della città, esaltando la vista dal lungofiume con il suo vasto colonnato e i lampioni della Midan el-Haggag.

Luoghi da vedere a Safaga

Scopri le nostre escursioni

    La tua selezione non ha prodotto alcun risultato. Per favore, cambia il filtro per trovare il modo migliore per scoprire la destinazione!

Egitto

All’ombra delle piramidi
All’ombra delle piramidi

Sono stati gli antichi greci e i romani a iniziare la moda di visitare il paese, per arrampicarsi sui ciclopici scalini delle Piramidi e dei colossi di Memnone.


Al tempo del colonialismo, Napoleone e i britannici saccheggiarono i tesori dell’Egitto per riempire i loro musei nazionali, iniziarono al paese una manciata di “grandi turisti” che in seguito divennero una folla di viaggiatori impegnati in crociere sul Nilo o letture di geroglifici organizzate dall’intraprendente Thomas Cook. Una crociera in Egitto oggi vanta non solo i monumenti della valle del Nilo e i suq, le moschee e le madrase del Cairo musulmano, ma anche fantastiche barriere coralline e pesci tropicali, dune, antiche fortezze, monasteri e arte preistorica rupestre. Il suo stesso territorio è uno scherzo della natura, la cui fonte di sostentamento è il Nilo.

Dal confine col Sudan fino alle spiagge del Mediterraneo, la valle del Nilo e il suo delta sono circondati da piane aride, tanto spoglie di genti come i primi affollati di persone. Questa netta dualità tra fertilità e desolazione è propria del carattere egiziano e ha modellato lo sviluppo del paese sin dai tempi preistorici, tracciando un filo rosso che unisce diverse culture e popolazioni nell’arco di settemila anni. Sebbene la gran parte dei visitatori venga in Egitto per i suoi monumenti, i ricordi più belli saranno legati alla sua gente e al suo modo di vivere.