In crociera ad Alessandria d'Egitto

Una vera città di mare
Una biblioteca iconica e ipermoderna
Il quartiere centrale di El-Manshiya

Scoprite le Crociere nel Mediterraneo

Alessandria d'Egitto/Il Cairo

L’antica capitale d’Egitto

Alessandria fu la capitale dell’Egitto per circa 1000 anni, prima di cadere lentamente nell’oblio per poi risorgere nell’era moderna come città profondamente influenzata dalla cultura europea.

Per i partecipanti a una crociera MSC in Egitto, le tre principali attrazioni della città sono la biblioteca storica, il Museo Nazionale di Alessandria e il Teatro Romano (tutti vicini al centro città, a 15 minuti a piedi da Midan Sa’ad Zaghloul). 

Alessandria si estende sul Mediterraneo per 20 km, senza mai spingersi nell’entroterra per più di 8 km, meritandosi davvero l’appellativo di città costiera. Durante la vostra crociera MSC nel Mediterraneo, potrete visitare anche la strada litoranea (Al-Kurnīsh), che circonda il porto orientale e procede sulla costa fino a raggiungere altre cittadine come Montazah e Ma’amoura, interrompendosi poi alla spiaggia di Abu Qir. La maggior parte dei turisti stranieri frequenta il quartiere di El-Manshiya, dove si trovano raggruppati molti ristoranti, oppure il quartiere di Midan Sa’ad Zaghloul, più verso l’interno. 

La strada litoranea (e la brezza che soffia sempre verso l’entroterra) rendono semplice l’orientamento, ma in alcuni punti la città è abbastanza labirintica e anche le mappe più aggiornate non coprono tutte le stradine del centro. Sharia Nabi Daniel parte come un vicolo da Midan Sa’ad Zaghloul e diventa poi una via dello shopping molto affollata che conduce verso la stazione di Masr. Lungo la strada potrete vedere una sinagoga, una cattedrale copta e una moschea, ognuna legata a un differente periodo della storia di Alessandria. 

Tutto ciò che ancora ricorda il vecchio aspetto della città, però, è il modo in cui è costruita la strada, che segue l’antico tracciato di Soma, una grande arteria pavimentata in marmo che abbagliò anche gli arabi nel 641, anche se i suoi edifici più belli erano già spariti.

Luoghi da vedere ad Alessandria d'Egitto

Scopri le nostre escursioni

    La tua selezione non ha prodotto alcun risultato. Per favore, cambia il filtro per trovare il modo migliore per scoprire la destinazione!

Egitto

All’ombra delle piramidi
All’ombra delle piramidi

Sono stati gli antichi greci e i romani a iniziare la moda di visitare il paese, per arrampicarsi sui ciclopici scalini delle Piramidi e dei colossi di Memnone.


Al tempo del colonialismo, Napoleone e i britannici saccheggiarono i tesori dell’Egitto per riempire i loro musei nazionali, iniziarono al paese una manciata di “grandi turisti” che in seguito divennero una folla di viaggiatori impegnati in crociere sul Nilo o letture di geroglifici organizzate dall’intraprendente Thomas Cook. Una crociera in Egitto oggi vanta non solo i monumenti della valle del Nilo e i suq, le moschee e le madrase del Cairo musulmano, ma anche fantastiche barriere coralline e pesci tropicali, dune, antiche fortezze, monasteri e arte preistorica rupestre. Il suo stesso territorio è uno scherzo della natura, la cui fonte di sostentamento è il Nilo.

Dal confine col Sudan fino alle spiagge del Mediterraneo, la valle del Nilo e il suo delta sono circondati da piane aride, tanto spoglie di genti come i primi affollati di persone. Questa netta dualità tra fertilità e desolazione è propria del carattere egiziano e ha modellato lo sviluppo del paese sin dai tempi preistorici, tracciando un filo rosso che unisce diverse culture e popolazioni nell’arco di settemila anni. Sebbene la gran parte dei visitatori venga in Egitto per i suoi monumenti, i ricordi più belli saranno legati alla sua gente e al suo modo di vivere.